svegliaitalia,opinioni,politica,democrazia,impegno,progresso,blog personale di piero63, SvegliaItalia | SvegliaItalia | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

SvegliaItalia
impegnarsi tutti un pò di più, per non tornare indietro


 

Inizia questa nuova e speriamo grande avventura del Partito Democratico. Grazie a questa novità,si autoriforma la politica italiana ,o almeno parte di essa. Saremo in grado di attuare le riforme che ci siamo prefissati ? Nessuno può adesso dare una risposta,ma sono convinto che se non partecipiamo tutti quanti,chi più chi meno,al cambiamento,questo non ci sarà. Dobbiamo farlo per i nostri figli e per il nostro paese. Se l'Italia esce da questa crisi ,sia economica che etica ,allora si libereranno molte energie,non si faranno più guerre tra poveri e si potranno concentrare gli sforzi sui veri mali che ci affliggono e rendono questo paese così ingiusto.

Questo è ciò che scrissi quando aprii questo Blog. Le stesse parole le potrei riscrivere adesso , forse sarei più pessimista, in questo lasso di tempo non un problema è stato, risolto anzi sembrano tutti peggiorati ed altri se ne sono aggiunti.
Che dire e che fare allora ?
Premesso che quando si toccano le libertà degli individui e delle organizzazioni si lotta e si RESISTE.
Mi sembra che il problema più grave che abbiamo difronte per adesso è la crisi economica , trovare i modi e i tempi per uscirne tutti fuori è la priorità che tutto il paese da destra a sinistra , dal nord al sud deve darsi.
Da qui la speranza che non si creino falsi nemici e che si affrontino i veri nodi della crisi. 



ATTENZIONE : Questo blog è un prodotto amatoriale al quale non può essere applicato l'art. 5 della legge 8 Febbraio 1948 n. 47, poiché l'aggiornamento delle notizie in esso contenute non ha periodicità regolare (art. 1 comma 3, legge 7 Marzo 2001 n. 62). Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e i post editi hanno lo scopo di stimolare la discussione e l’approfondimento politico, la critica e la libertà di espressione del pensiero, nei modi e nei termini consentiti dalla legislazione vigente. Questo blog non persegue alcuno scopo di lucro. Tutto il materiale pubblicato su Internet è di dominio pubblico. Tuttavia, se qualcuno riconoscesse proprio materiale con copyright e non volesse vederlo pubblicato su questo blog, non ha che da darne avviso al gestore e sara' immediatamente eliminato. Dichiaro, inoltre, di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi a me, nemmeno se gli stessi vengono espressi in forma anonima o criptata.
 

                                             
Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare. Federico Fellini

        LA TV ALTERNATIVA


" NO PIZZO "


" BELLA CIAO "


" El Che vive "
Ha creduto in un futuro migliore
è morto per un futuro migliore
noi lo ricordiamo per un futuro migliore


El Che Vive - The funniest home videos are here




In ricordo di
Peppino Impastato


Il Papa ad Agrigento



I funerali di Enrico Berlinguer



Gli inceneritori in Sicilia



Disegni di bambini che
hanno subito delle violenze



Tutti i lunedì alle ore 14,00
In diretta Marco Travaglio



Funerali di Stato alla cattedrale
di Palermo per i 5 uomini
della scorta di Paolo Borsellino


Basta! Parlamento pulito




I fatti sono come macigni
stanno là.
Solo chi non li
vuole vedere non li vede.


La storia delle cose
(video da non perdere)



 Piazza Alimondi
 ( Francesco Guccini )



Canzone x il Che
( Francesco Guccini )

 

SOCIETA'
30 novembre 2008
La rabbia in musica

Il Rap palermitano :
"U tagghiamu stu palluni"



Una visione della società in cui viviamo e di quella palermitana in modo particolare,  e che i giovani d'oggi subbiscono e a volte riescono pure a ribellarsi.
SPORT
6 ottobre 2008
Il Grande Palermo !


FORZA PALERMO
Avanti il " prossimo "

IL piccolo GRANDE Miccoli...


...E DIETRO LE QUINTE LA MAESTRIA DEL TECNICO DAVIDE BALLARDINI .


FINALMENTE SI SORRIDE !

POLITICA
24 settembre 2008
Vorrei parlare d'altro.
Credetemi ,a volte vorrei parlare d'altro.
Un esempio ? Del grande e ritrovato Palermo ,parlo della squadra di calcio, che sotto la guida del nuovo allenatore sembra rinato.
Ma ogni volta mi devo occupare d'altro.
Anche questa volta è capitato la stessa cosa, in questo caso il fatto che mi ha fatto cambiare idea  è stato l'aver associato il nome della squadra con quello dei Lo Piccolo.
Ebbene le indaggini degli inquirenti hanno constatato l'interese della mafia nella società RosaNero,tra gli inquisiti pure un responsabile tecnico della società sportiva.
Si sà la mafia non guarda in faccia nessuno ,dove c'è da guadagnare bene lei vuole entrarci,in questo caso era interessata tra le altre cose , alla costruzione del nuovo stadio della città voluto tanto dal presidente Zamparini.
Ora si possono collegare a questi motivi le ripetute minacce al'ex dirigente Foschi.
La mia amata terra ogni giorno non è avara di notizie ,per esempio quando si parla del nuovo governatore della regione siciliana,il caro presidente Lombardo ,tutti pensano per un attimo al suo predecessore e adesso Senatore della repubblica Tottò Cuffaro.
Tutti ricordiamo le sue vicende e il modo di governare ,ebbene, dopo tanto dire si sperava in qualcosa di meglio.
Invece manco a dirlo ,siamo passati dalla padella alla brace.
Molte promesse fatte in campagna elettorale non sono mai state realizzate ,ma cosa ancora peggiore,mentre il governatore dichiare le sue più formidabili intenzioni per risanare il deficit della regione, i suoi collaboratori si premuniscono ad assumere con chiamata diretta un mare di parenti e amici.
Regalano aumenti e premi produzione,e dire che le casse della regione sono vuote,ma per questi nobili motivi il denaro si trova sempre.
Noi siciliani che facciamo ? muti e speranzosi che qualche briciola della torta della comunità europea cada nei nostri pressi.
Non c'è più neanche la rabbia e l'indignazione,"il mondo va così e così sempre andrà",sfortunati coloro che non mangiano nel piatto dei vincitori.
Intanto si creano nuove commissioni parlamentari e i parlamentari siciliani si prendono qualche altra indennità che si va a sommare alle altre e allo scarso stipendio di base che hanno.
Noi cittadini dovremo stare sempre in silenzio perchè il grande manovratore stà lavorando per noi,e stare pronti a sborsare i sempre più pochi euro che ci rimangono,per continuare a campare anzi sopravvivere.
Muti.......
SOCIETA'
11 agosto 2008
Le belle vacanze e la speranza di tanti uomini e donne.

Siamo a Lampedusa in una riserva marina che ha al proprio interno una delle spiagge più belle d'Italia.
Dal 2003 sotto la gestione della Lega Ambiente, viene curata e protetta.
 i risultati sono eccezionali, io che l'avevo visitata circa 20 anni prima e adesso l'ho rivista 2 volte a distanza di 3 anni ho notato il cambiamento.

Forza ragazzi continuate nel vostro lavoro e non cedete ad alcuna pressione che vorrebbe far ritornare tutto come prima.

si scende

L'isola dei Conigli

la spiaggia vista dall'alto

un'altra foto

si scende ancora

sulla spiaggia

la prova della mia presenza

Altre spiaggie e cale in ordine di apparizione: Cala Madonna,Cala Croce,Cala Creta....

...e altre ancora

E mentre noi ci facevamo il bidè l'aggiù la nostra la marina militare controllava le acque

anche quelle della parte nord a noi poco accessibili

Lampedusa è meta molto ambita per il suo mare,il suo sole e...
Del resto si trova non solo nel bel mezzo del mediterraneo ma del mondo.
Come potete vedere...

Poi ci sono i tanti disgraziati che rischiano la vita per arrivare nella loro Eldorado,L'Italia, e che loro malgrado sono causa di divisione e divergenza.
Un esempio ? Sulla nave che ci riportava in Sicilia, ho scambiato due parole con alcuni esponenti delle forze dell'ordine , uno mi disse che quelle persone erano dei " poveracci che non meritavano il sadico interesse della gente accorsa per pura curiosità, per non togliergli quel poco di dignità che ogn'uno di noi ha ".
L'altro invece mi disse che la cosa giusta era " sparargli in mare per cacciarli via ,prima che potessero mettere piede da noi, come del resto fanno in Spagna ed a Malta ".
Il nostro paese è spaccato in due e la colpa sono dei mass media controllati da alcune forze politiche che strumentalizzano il caso per i loro tornaconti.
Le imbarcazioni dei clandestini ,quelle che non vengono affondate in alto mare, 
sono depositate nei cimiteri dell'isola.
Ma sbarazzarsi delle cose è molto più facile , gli uomini,le donne, i bambini che chiedono più opportunità per il loro avvenire hanno bisogno di risposte più complesse, non le migliaia di soldati mobilitati per toglierci la paura del diverso,dell'estraneo.
Senza considerare i costi enormi di tale mobilitazione.


Poi è arrivato,per noi, il momento di ritornare a casa.

Non prima però di aver visto il monumento
dedicato ai tanti  di emigrati morti in mare.
Si trova nei pressi di punta sottile ovvero
l'estremità più a sud d'Italia e perciò dell'Europa.

Il ritorno con la nave l'abbiamo fatto insieme ad un bel numero di emigrati clandestini
che hanno sofferto con noi il mal di mare .
Per mia scelta non ho scattato nessuna foto di loro perchè ritengo non siano fenomeni da baraccone.
Lo stesso motivo mi ha convinto a fare altrettanto con le forze dell'ordine in servizio perchè lavoratori.
Altri mi hanno fatto notare di aver sbagliato perchè le immagini vecchie dei nostri emigrati in america o in altre località ci hanno insegnato parecchio.
APPUNTO,dico io, NON C'é NESSUN MOTIVO PER RIPETERLE.






permalink | inviato da piero63 il 11/8/2008 alle 23:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa
SOCIETA'
27 luglio 2008
Vi presento un libro :
 
Vi consiglio di leggere questo libro : IL ritorno del principe.
Scritto da Saverio Lodato ,giornalista da sempre impegnato nel raccontare fatti di mafia e dal Giudice Roberto Scarpinato, sempre in prima linea nella lotta alla criminalità organizzata.
Nel panorama letterario italiano mancava un libro che ci spiegasse i fatti di mafia non dal punto di vista della tv ,ovvero i criminali feroci e sanguinari ,ma quella che costituisce il vero potere .
Il potere borghese dalle facce presentabili,che manda i suoi uomini in parlamento.
Diceva macchiavelli ,in politica qualsiasi mezzo è lecito.
Quello che può sembrare pazzo ad un uomo della strada per la logica della politica può essere utile.
Così come le stragi gli attentati,ma fino a quando gli italiani faranno fare ? 
Il nostro futuro è una democrazia mafiosa ?  
Il libro da delle spiegazioni e delle speranze.

Prezzo : € 15,60
editore :Chiarelettere
Anno    : 2008
SOCIETA'
21 luglio 2008
Siamo tutti Pino Maniaci
telejato_logo.jpg
  www.telejato.it

Alle 23 del 17 luglio a Partinico nuova intimidazione mafiosa contro l'emittente locale TELEJATO.
Incendiata una delle macchine dell'emittente.
Pino Maniaci: "Non ci faremo intimidire e continueremo a fare il nostro lavoro, a fare informazione libera su questo territorio".
   
L'Altra notte la macchina della televisione TELEJATO, era parcheggiata sotto la sede della piccola emittente antimafia di Partinico quando ad un tratto è stata data a fuoco.
Questo è l'ennesimo atto di intimidazione della mafia contro l'informazione libera e contro Pino Maniaci (che poco tempo fa ha subito anche un'aggressione fisica e da quel momento vive sotto scorta). 
Già dai primi riscontri delle forze dell'ordine è chiara l'origine dolosa. 
Da più di un mese i telegiornali di TeleJato sono condotti da rappresentanti della società civile, membri delle forze dell'ordine, giornalisti di altre testate, all'interno dell'iniziativa di appoggio all'emittente "Siamo tutti Pino Maniaci". Nei prossimi giorni, fra le tante voci che si stanno alternando negli studi della tv di Partinico, anche Don Luigi Ciotti.

Non lasciamo soli chi lotta contro la mafia , facciamo vedere e sentire la nostra solidarietà, la cosa più brutta che possa accadere non è la violenza o l'intimidazione ma l'indifferenza. Il BENE si faccia sentire ,esca fuori la sua rabbia, organiziamo per settembre una grande manifestazione ,magari un corteo che da Alcamo arrivi a Partinico, diventiamo tutti Pino Maniaci,chiediamo a TELEJATO di poter leggere anche noi il telegiornale,colleghiamocci al sito e facciamo la richiesta. Facciamo diventare la lotta alla mafia di qualche uomo più sensibile e testardo una lotta di tutti per la libertà e la giustizia
18 luglio 2008
Solidarietà al Comitato 12 luglio .
Ciò che è avvenuto davanti alla cattedrale di Palermo la sera del 14/07/08 è l'ennesima dimostrazione che il comune di Palermo non ha la volontà politica di risolvere del tutto o in parte il problema dei senza tetto in questa città.
Molti di voi ricorderanno le occupazioni passate avvenute sia della Cattedrale che del Comune .
Oppure quelle effetuate in immobili sequestrati a Cosa Nostra e poi sgomberati con l'illusione di riceverne la disponibilità da parte o del Prefetto o del Comune di poterne usufruire.
Perfino gli studenti di architettura dell'Università di Palermo diretti da architetti di maggiore fama hanno presentato il progetto per trasformare la villa del boss Salvatore Cangemi nei pressi di via Perpignano in alloggi per almeno 22 famiglie.
Tutto questo con una spesa inferiore a 500 mila euro,infatti molte maestranze si troverebbero tra gli stessi bisognosi e alcune ditte si sono dichiarate disponibili a dare gratis parte di materiale per la ristrutturazione.
Perchè le istituzioni non autorizzano questo primo caso di autorecupero a Palermo ?
Sarebbe anche un bell'esempio per chi non crede nelle possibilità risollevarsi nella vita,e di vedere realizzare dei progetti concreti,oltre che la soluzione reale del problema per alcune famiglie.
Perchè il Comune non autorizza l'uso delle abitazioni sequestrati alla mafia per questi onorevoli obbiettivi ?
Allora faranno bene ad organizzare non una ma cento o mille manifestazioni,e mi dispiace per chi nel centrodestra cittadino si è indignato per queste persone che hanno disturbato la festa ,e hanno chiesto al Sindaco una mano più dura verso questi disgraziati.
Ha fatto bene Mons. Romeo a chiedere di riaprire il tavolo delle trattative e di impegnarsi tutti per risolvere questo dannoso problema.
Solidarietà anche per i tre fermati e denunziati dalla polizia, perchè non difendevano privileggi ,ma si sono sacrificati per chiedere al contrario dei DIRITTI per i più bisognosi.
Infine, esiste una lista di almeno 200 famiglie più disaggiate ,si cominci da loro ,sarebbe già una bella cosa.
POLITICA
15 luglio 2008
Cosa è successo ieri sera a Palermo :

"U Fistinu" della Santuzza a Palermo dura minimo 3 giorni.
Si festeggia la scomparsa "miracolosa" della peste da Palermo ,per opera di Santa Rosalia.
Il giorno più importante dei 3 è la lunga notte tra il 14 e il 15 luglio ,durante la quale si svolgono diversi spettacoli dalla narrazione del miracoloso evento alla processione con i carri ai giochi d'artificio .
Insomma una bella festa che il palermitano DOC non si fa mancare.
Come non devono mancare quella sera le panelle, lo sfincione, i babbaluci (lumache) ,le stigghiole,la calia e la semenza,il gelato ,l'anguria e ovviamente la BIRRA.
Ma non deve mancare un'altra cosa TRADIZIONALE a cui il palermitano tiene molto perchè se nò porta male.
Quando la processione ed esattamente il carro con la Santuzza arriva ai 4 Canti vecchi della città ,il sindaco deve salire sul carro e gridare forte" VIVA PALERMO  VIVA SANTA ROSALIA ".
ciò ieri sera non è accaduto,ma ripercorriamo tutta la serata dall'inizio.
La manifestazione inizia davanti a Palazzo dei Normanni o palazzo reale sede del Parlamento siciliano.
Qua si inizia a raccontare tra canti e suoni ciò che avvenne molti anni fa in Città,poi ci si sposta davanti alla cattedrale per la seconda parte dello spettacolo.
Ieri alle 18,00 diversi gruppi di cittadini si erano recati davanti alla cattedrale per manifestare il loro dissenso al sindaco e alla giunta comunale.
C'erano i senza casa ,con uno striscione nel quale c'era scritto "SANTA ROSALIA LIBERACI DA CAMMARATA",c'erano tanti cittadini con in mano delle fotocopie dei PASS per le automobili, in cui c'era scritto " A+B ABBIAMO BABBIATO" (abbiamo scherzato)perchè  una recente delibera del TAR li ha dichiarati illeggitimi.
Quindi con gravi danni all'economia della città ,perchè comunque il comune deve pagare il contratto con l'azienda che si occupava della loro applicazione e i cittadini che a loro volta rivogliono indietro i soldi.
Cosa avevano chiesto alcuni manifestanti ?
Di poter leggere un loro messaggio alla gente dal palco prima che iniziasse la seconda parte dello spettacolo.
Il sindaco che non si fa vedere ed entra da una porta secondaria in chiesa, decide di non accettare questa richiesta.
Allora iniziano i malumori e degli scontri con la polizia.
Il risultato di tutto ciò : 2 manifestanti in ospedale perchè cadono a terra in malo modo e 3 fermati dalla polizia.
Ma la festa deve continuare , un carro di Santa Rosalia  così veloce ad attraversare il Cassaro ovvero corso Vittorio Emanuele in vita mia non l'avevo mai visto,arrivato alla Marina inizia il concerto di Nino D'Angelo poi di seguito i giochi d'artificio e poi a concludere questa notte palermitana il concerto dei Tinturia.
Quello che è avvenuto ieri a Palermo è emblematico della situazione nazionale.
Una classe politica che non vuole essere giudicata e non sa neanche chiedere scusa se sbaglia e addirittura si nasconde davanti al popolo.
I fatti di Del Turco , la velocità con la quale il nostro premier si è affrettato per dare solidarietà agli arrestati mi puzza.
Io non accetto e se fossi Del Turco non accetterei queste parole di affetto, che provengono da un uomo che subito dopo averle pronunziate ha detto che ci vorranno delle altre iniziative per risolvere il problema giustizia.
Per me se chi rubba è di destra o di centro o di sinistra non fa alcuna differenza ,sempre ladro è.
La società deve essereviggile ,dobbiamo con forza chiedere che, chi ci governa non abbia immunità.
Ci stanno fottendo l'Italia ,il nostro sistema ,ormai non ci sono più dubbi, è al capolinea .
Tutti questi problemi, dai bambini Rom ,alla criminalità dei clandestini, servono per distogliere l'attenzione dal vero problema italiano ovvero che l'economia va male anzi peggio di prima.
Non c'è la volonta reale di risolvere tale crisi perchè molti potenti potrebbero rimanerci fregati
Allora si devono togliere quei minimi controlli che ha una vera democrazia ,cioè l'informazione,la magistratura efficiente e giusta,la possibilità della gente di votare effettivamente chi vuole.
noi però
NON MOLLIAMO.

sfoglia
  
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte